arte visiva

Cesar

Cesar Henrique De Agostini
Cesar

Cesar de Agostini nasce a Londrina nel sud del Brasile nel 1979 e precisamente nella regione del Parana'. All'età di 2 anni si trasferisce a San Paolo insieme alla madre e ai 5 fratelli e Cesar e' il più piccolo.

Verso i 5 anni comincia a scoprire la passione per l'arte è in particolare per il disegno e la pittura, dapprima nel copiare immagini che vedeva in tv, all'inizio i supereroi. Il tutto fatto da solo senza ausilio di insegnanti.

Sandra, che è la terza dei 5 fratelli, influenza e stimola la crescita artistica di Cesar lo spinge ad utilizzare i colori sulle sue opere che fino a quel momento erano in bianco e nero.

La vita di Cesar si sviluppa a San Paolo infatti risiede lì fino ai 31 anni. Ha svolto numerosi lavori durante la sua permanenza nella città, ma durante questo periodo non ha abbandonato la pittura e i murales dove con maestria dipingeva soprattutto in bianco e nero.

All'età di 25 anni Cesar conosce una figura importante nel suo sviluppo artistico: Dado, anche lui di San Paolo. Con Dado inizia a lavorare con la pistola e ad utilizzare i colori nelle sue opere e insieme a lui ed altri due ragazzi che si riveleranno fondamentali per la sua crescita artistica e professionale: Ulisses e Cristiano con i quali inizia a lavorare anche il polistirolo su commissione per un anno intero.

Nel 2006 conosce Silvio con cui inizia a lavorare in maniera subordinata nelle scuole dove realizzava murales e abbelliva gli ambienti che Silvio gli commissionava. Le opere erano rappresentative di quadri di miro', Dali ',Michelangelo, Caravaggio, Da Vinci.

Senza dubbio Salvador Dali e Leonardo Da Vinci sono gli artisti che maggiormente ispirano le opere di Cesar e ne influenzano il carattere.

Il sodalizio con Silvio dura fino al 2009 e trasferendosi in centro con la sorella Sandra inizia a lavorare in uno studio statistico/pubblicitario facendo sondaggi telefonici fino al 2011.

Una figura molto importante, a questo punto, compare nella scena di Cesar: Luana Laubesky direttrice del teatro Golden Hat Tehater che chiama Cesar per lavorare 3 mesi a Barcellona.

A Barcellona Cesar lavora per la realizzazione delle maschere che serviranno per la scenografia degli spettacoli diretti da Luana. Luana, a questo punto, invita Cesar a lavorare per le luci e il suono al suo teatro.

Nel giro di poche settimane Cesar impara il mestiere e vi resta per un anno cioè fino al 2012. Inizia un periodo complicato per Cesar che affronta a questo punto una serie di problematiche che lo portano a ipotizzare un rientro in Brasile.

Luana, che fino a quel punto era stata la sua datrice di lavoro al teatro, lo convince a rimanere investendo sulla sua professionalità. Cesar acquista tutti gli strumenti per realizzare di nuovo le sue opere, dal compressore fino ai pennelli e alle vernici, e nel frattempo si organizza anche come cameriere e facendo leva sulla sua capacità di socializzare inizia un nuovo capitolo della sua vita.

Le associazioni culturali diventano un primo approdo dove la sua arte si concretizza. Cesar a questo punto ha un bagaglio di esperienze tale da permettergli di elaborare opere che risultano ancora più accattivanti e complete dando maggiore risalto ai dettagli e maggiore cura nella realizzazione delle stesse.

L'opera più rappresentativa è certamente "the face". Continua le sue opere alternando il lavoro di pr fino a quando conosce la sua compagna Marzia nel dicembre del 2013 e nel dicembre del 2014 decidono di trasferirsi in Italia dove fin da subito Cesar inizia a lavorare realizzando tutti gli interni e decorando le stanze di una studio medico e inoltre realizza un quadro a Milazzo all'interno di un appartamento.

Oggi Cesar e' un artista completo ed esperto nel settore delle decorazioni artistiche.

Share by: